Il modo giusto per affrontare il capo

Sono considerati razionali, distanziati e formali, spesso sembrano duri e hanno meno bisogno di armonia: i manager tedeschi non hanno la migliore reputazione internazionale. Ma non ogni capo è un impulso senza cuore quando si tratta dei suoi dipendenti. Fortunatamente, perché l'ambiente professionale determina anche la salute sul posto di lavoro. Una piccola tipologia di diversi tipi di boss aiuta a rimanere rilassati e ad adattarsi al posto di lavoro.

Capo stressato

Lo sai: il tuo capo non ha mai il tempo e ha riso l'ultima volta due anni fa al suo debutto. Le sue convulsioni colleriche sono famigerate e la sua frase preferita è: "Sono semplicemente circondato da idioti?" Di sicuro, il tuo supervisore appartiene alla categoria "capo stressato". "La più grande difficoltà nel trattare con un simile dirigente è che i problemi non sono discussi, perché il capo si sente tale conversazione solo come un'interruzione del flusso di lavoro", ha detto lo psicologo Frank Meiners del DAK. "Quando si ha a che fare con un dirigente di questo tipo, si aiuta solo a mantenere la calma e a fornire un minimo di attacco". Chiunque mostri nervosismo e irrequietezza, o chi addirittura stia impazzendo, ancora più sconvolge il supervisore.

scalatore

Difficilmente è più facile trattare con il tipo "scalatore". Questi capi vogliono fare una carriera a tutti i costi e andare in emergenza ai (colleghi) cadaveri. Queste persone potenti vengono quindi come "fidanzate" o "amici", quindi. Apprezzano la competizione interna tra i dipendenti per costruire il giusto umore di carriera, ma poi hanno visto i presidenti dei colleghi, che potrebbero sviluppare ambizioni e diventare i nuovi arrivati ​​nella competizione. "Tieni le distanze in questi casi, lavora correttamente e cerca la solidarietà dei colleghi", consiglia l'esperto di DAK Meiners.

maniaci del controllo

Lavorare in modo affidabile, fornire risultati puliti e rispettare gli accordi aiuta a gestire i cosiddetti "maniaci del controllo". I dirigenti, che hanno sempre una scrivania meticolosamente ordinata e vorrebbero fare tutto da soli, non sono facili contemporanei. Ma sono più prevedibili rispetto al nuovo arrivato. "Stanno bene quando ritengono che i loro dipendenti stiano dando loro le decisioni importanti, attenersi al flusso di lavoro strutturato e raggiungere obiettivi chiari", spiega Meiners. I dipendenti che ricominciano da capo perché considerano il controllore una potenziale fonte di incertezza, così come le persone che hanno idee creative e amano lavorare da sole, stanno avendo problemi.

girante

Alcuni dipendenti hanno a che fare con capi del tipo "girante". Coloro che fanno volentieri gli straordinari e forniscono statistiche positive, cifre sul fatturato e sul rendimento saranno presto il miglior cavallo della scuderia. Ma attenzione: le "ventole" aumentano costantemente la velocità del lavoro perché sono sottoposte a un'enorme pressione per riuscire, e frasi come "Puoi farlo di nuovo ..." o "Può arrivare tardi oggi" sono pratiche standard per loro. Soprattutto per i dipendenti che non hanno una certa routine, è così difficile da distinguere dagli standard elevati. "Se ritieni che le tue richieste siano in crescita, chiedi una conversazione effettiva", consiglia lo psicologo Meiners. "Si può certamente fare un lavoro meno importante per fare il nuovo, più impegnativo lavoro."

competente

Sempre un orecchio aperto per problemi di ogni tipo ha un solo tipo di boss: il "competente". Si sforza sempre di trovare soluzioni insieme ai dipendenti. I manager competenti sono caratterizzati dal loro alto livello di conoscenza specialistica, dal loro "istinto" sociale e dalla loro apertura.
Non solo tengono d'occhio il lavoro e la salute dei propri dipendenti, ma spesso lodano. Godono di essere ispirati da idee che sono state create in un'atmosfera creativa.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento